LO STRESS E GLI PSICOLGI GIURIDICI

È, per convenzione, il primo giorno di un nuovo anno, e si dovrebbe evitare di polemizzare; ma non si può evitarlo quando si continuano a vedere le incoerenze di questa categoria di persone.

Eh sì, perché il tizio in questione, si sarà capito che è uno psicologo giuridico, proprio ieri, ultimo giorno di un anno funesto, per motivi non tutti attinenti la pandemia, se ne è venuto fuori col fatto che lo stress psicologico abbassa le difese immunitarie; ciò con un articolo pubblicato da un quotidano online.
Cita all’uopo una paio di studi, rispettivamente del 1991 e del 2002; vorrei informarlo comunque che ce ne sono anche di più recenti.

Vizi privati e pubbliche virtù.

In pubblico (articoli su giornali), difatti, questi soggetti si ammantano di scientificità e competenze; in privato (nelle consulenze tecniche di ufficio-CTU) non si preoccupano affatto dello stress psicologico, e quindi della caduta delle difese immunitarie, che provocano a madri e bambini appioppando loro l’alienazione parentale (o qualcuno dei tanti sinonimi, dalla madre malevola alla madre assorbente), strappando i figli alle madri, rinchiudendo i bambini nelle comunità per minori.

Strani soggetti, che non hanno nemmeno la capacità di assumersi la responsabilità dei propri comportamenti.
Da un canto si fanno vanto di organizzare convegni ECM sull’alienazione parentale.

Dall’altro si sentono denigrati quando qualcuno glielo fa notare e minacciano ritorsioni per un presunto danno all’immagine; perdonate, ma se siete voi stessi che danneggiate la vostra stessa immagine!!!

Niente, devono portarsi addosso un qualche stress remoto, forse una caduta dal seggiolone, che ha compromesso in maniera irrimediabile le loro capacità di ragionamento logico.